Narrativeoflives.com

Il Sole 24ore
  • Data loading...
ebay store
Ansa
  • Data loading...
22020333 small 1050x700 zCC0qR

Marrakech, il ritorno di Matteo Berrettini nel circuito Atp: all’esordio domina Shevchenko

Buona, anzi ottima, la prima. Un Matteo Berrettini splendente domina il kazako Alexander Shevchenko nel primo turno del torneo ATP 250 di Marrakech, che segna il ritorno del romano nel circuito professionistico dopo il lungo stop per infortunio. Berrettini conferma le buone sensazioni di Phoenix, dove aveva raggiunto la finale del Challenger americano. Ora sulla terra rossa marocchina il 27enne deve tornare a fare sul serio, per cominciare la sua risalita dalla posizione numero 135 della classifica mondiale. Berrettini, che è in tabellone a Marrakech con il ranking protetto, affronterà ora al secondo turno lo spagnolo Jaume Munar, n.73 Atp.

L’esordio con Shevchenko, n.58 del ranking e 6 del seeding, era già un test importante. Berrettini lo ha superato brillantemente, senza problemi. D’altronde il punteggio finale recita 6-2 6-1, in appena un’ora e 15 minuti di gioco. L’azzurro ha strappato il servizio all’avversario con grande facilità e ha retto bene al servizio, nonostante un 56% di prime in campo e appena 3 ace. Insomma, ci sono ancora ampi margini di miglioramento soprattutto nel colpo che lo ha portato ai vertici del tennis mondiale. “È fantastico essere tornato dopo tanto tempo, mi è mancato giocare. Voglio divertirmi, mi godo ogni partita. Ho bisogno di stare in campo, è stato un match molto positivo per me e sono felice”, ha dichiarato Berrettini al termine del match.

Partenza positiva anche per Flavio Cobolli sulla terra rossa di Marrakech. L’azzurro, numero 63 della classifica mondiale, approda al secondo turno del Grand Prix Hassan II: ha superato in due set il giordano Abdullah Shelbayh, numero 228 del ranking, (in gara grazie ad una wild card) con il punteggio di 6-1 6-4.

L’articolo Marrakech, il ritorno di Matteo Berrettini nel circuito Atp: all’esordio domina Shevchenko proviene da Il Fatto Quotidiano.

Generated by Feedzy